News

Archivio news

Sei il visitatore n°

81236

Costruzione di procedure comuni per governare il trasferimento di funzioni alla gestione associata

Docenti

  • Forte Giovanni
  • Romiti Riccardo

Tutor del corso

Date e orari

Data Orario Sede Tipo di lezione
16 aprile 15-18 Aula Didattica
Ufficio Comune Valdera
Lezione
23 aprile 15-18 Aula Didattica
Ufficio Comune Valdera
Lezione
7 maggio 15-18 Aula Didattica
Ufficio Comune Valdera
Autoformazione
14 maggio 15-18 Aula Didattica
Ufficio Comune Valdera
Lezione
21 maggio 15-18 Aula Didattica
Ufficio Comune Valdera
Autoformazione
30 maggio 15-18 Aula Informatica
Ufficio Comune Valdera
Formazione a distanza
Progetto TRIO
4 giugno 15-18 Aula Didattica
Ufficio Comune Valdera
Lezione
11 giugno 15-18 Aula Informatica
Ufficio Comune Valdera
Lezione
18 giugno 15-18 Aula Informatica
Ufficio Comune Valdera
Lezione
16 ottobre 15-18 Aula Didattica
Ufficio Comune Valdera
Ritorno in aula

Il programma

Il corso è finalizzato allo svolgimento di un’analisi di fattibilità inerente un nuovo modello organizzativo per le gestioni associate nella zona Valdera.
La proposizione di questo modello, connessa al contestuale raggiungimento di un blocco integrale di competenze da parte dell’Ufficio Comune della Valdera, parte dalla constatazione che il 70-80% dell’attività amministrativa svolta dagli uffici comunali di settore è sovrapponibile, in quanto attuativa di regole e strumenti identici, sia di emanazione regionale che locale (oggi la Valdera ha eguali regolamenti sia in campo sociale che educativo).
In estrema sintesi, l’obiettivo del cambiamento organizzativo è quello di unire in un’ unica struttura funzionale gli attuali operatori amministrativi dei servizi sociali ed educativi dei Comuni associati (o almeno gran parte di essi), integrando l’operatività di una serie di uffici ‘minimi’ (spesso fatti di una sola persona), senza per questo accentrare i servizi e gli operatori [modello integrato ma distribuito].  Ciascun ente, in definitiva, potrà contare su un team di operatori, al servizio di tutti gli enti associati, da 5 a 30 volte più numeroso della singola dotazione attuale.  Il modello proposto si fonda sulle moderne tecnologie di informazione e comunicazione per l’interconnessione telematica tra i diversi punti della rete comunale e tra questi ed i cittadini, permettendo così di unire la specializzazione delle funzioni e delle professionalità (con i vantaggi connessi in termini di affidabilità, efficienza e celerità) al decentramento territoriale nell’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione.
Il corso ha quindi lo scopo di esaminare i processi di lavoro attualmente svolti nei singoli comuni e di trasformarli in nuove procedure unificate ed integrate, approfondendo, contestualmente al lavoro di analisi applicata, i principi e gli strumenti organizzativi utili a presidiare un’organizzazione a rete.
I temi specifici degli approfondimenti verranno determinati dal procedere del confronto sul case study.

Frequenza

* Sia in entrata che in uscita dal corso, dovranno essere apposte le firme di presenza sull’apposito registro.
* Si raccomanda il rispetto degli orari onde non creare problemi allo svolgimento del corso.
* In caso di ritardo in entrata o di uscita anticipata, sarà apposta dal tutor o dal docente un’annotazione nel registro con indicazione dell’orario effettivo di entrata e/o uscita.
* Le assenze, al pari dei ritardi e delle uscite anticipate, dovranno essere giustificate per il tramite del comune di appartenenza, trattandosi di corsi svolti all’interno del rapporto di servizio.
* Qualora il corso si svolga in giorni non compresi nell’orario di lavoro ordinario, dovranno essere concordate con il responsabile del proprio ente le modalità di regolazione del monte ore eccedente.
* Il minimo di partecipazione richiesto per il rilascio dell’attestato di frequenza e l’accesso alla prova di verifica finale, è pari al 30% delle ore di durata dell’intervento formativo.
* La verifica sarà articolata in una prova scritta e/o in un colloquio individuale da svolgersi nella data indicata nel calendario. Il docente nel porre la valutazione terrà conto delle risultanze delle attività svolte in autoformazione e del report effettuato nel momento formativo di ritorno in aula.
* L’attestato di frequenza, nonché quello relativo al superamento della verifica, sarà trasmesso per posta ai servizi personale di ciascun Comune; l’attestato, a termini di CCNL, potrà essere considerato per le progressioni di carriera.
* Ulteriori informazioni o chiarimenti potranno essere richiesti al responsabile della formazione del proprio ente o al referente dell’Ufficio Comune della Valdera per le attività formative (tel. 0587/270786)



UNIONE VALDERA ~ Agenzia Formativa Accreditata Sistema Gestione Qualit� ~ UNI EN ISO 9001:2008 ~ Cert. n. 005435