News

Archivio news

Sei il visitatore n°

81206

Seminario: "La Finanza locale nella manovra di finanza pubblica 2010 – 2012 e nell’ordinamento degli enti locali: stato dell’arte e prospettive"

Docenti

Dott. Francesco Delfino, Ministero dell'Economia e delle Finanze - Componente Commissione Tecnica paritetica sul federalismo fiscale.
Esperto di finanza pubblica presso la Corte dei Conti e l'UPI (Unione Province d'Italia) - Già Direttore Generale della Provincia di Prato.

Date e orari

Il seminario avverrà il giorno lunedì 13 settembre con il seguente orario:

- la mattina dalle ore 9,30 alle 13,30;

- il pomeriggio dalle ore 14,30 alle 16,30.

Il programma

1)    La manovra di finanza pubblica 2010 – 2012  e l’impatto sui bilanci degli enti locali:

-    Misure di stabilizzazione della finanza pubblica e per la competitività – Decreto Legge approvato dal Consiglio dei Ministri in data 25 maggio 2010;

Quadro normativo sulla manovra di finanza pubblica:
-    I provvedimenti relativi alla manovra di finanza pubblica, dalla legge 133/08 al D.L. anticrisi 78/09 convertito dalla legge 3 agosto 2009, n. 102;
-    Legge finanziaria 2010 – Legge 23 dicembre 2009, n. 191;
-    Legge 26.02.2010 n. 25 “Conversione in legge con modificazioni del  D.L. 30 dicembre 2009, n. 194 recante proroghe di termini previsti da disposizioni legislative” (mille proroghe);
-    Il D.L. 25 gennaio 2010, n. 2  recante “ Interventi urgenti concernenti enti locali e regioni” convertito dalla legge 26 marzo 2010, n. 42;

Il patto di stabilità interno e la tempestività dei pagamenti:
-    Il patto di stabilità interno per l’anno 2010 e per il triennio 2010 – 2012: metodologie
applicative, impatto organizzativo, responsabilità della dirigenza;
-    La circolare applicativa del Ministero dell’Economia n. 15/2010;
-    La tempestività dei pagamenti nella pubblica amministrazione locale – Direttiva Comunitaria 2000/35/CE; D. Lgs.  9 ottobre 2002, n. 231; Art. 9 L. 102/2009;
-    I provvedimenti organizzativi per garantire la tempestività dei pagamenti – Il ruolo della Corte dei Conti;
-    Prospettive di modifica del Patto di stabilità interno per gli enti locali in riferimento alla manovra 2010 - 2012;

Il sistema di bilancio degli enti locali:
-    Ministero dell’Economia e delle Finanze “Indagine conoscitiva sulla Finanza locale” – Camera dei Deputati 28 gennaio 2010 – Patto di stabilità e federalismo fiscale;
-    Problematiche di finanza locale – Audizione di ANCI e UPI – Camera dei deputati – 4 febbraio 2010;
-    L’indebitamento nella Pubblica Amministrazione locale: vincoli, flessibilità,             programmazione e gestione;
-    Il sistema di bilancio: programmazione, previsione, gestione, controllo, rendicontazione.         I principi contabili dell’Osservatorio sulla finanza e contabilità degli enti locali del Ministero dell’Interno;                               
-    Il sistema di bilancio e l’organizzazione dell’ente: i dirigenti e i responsabili dei servizi, la responsabilizzazione diffusa, le relazioni tra servizio economico – finanziario e altri servizi,il controllo direzionale come contenuto del controllo di gestione;

Il questionario della Corte sul bilancio 2010 e sul rendiconto 2009 e i parametri di deficitarietà:

-    La redazione del questionario della Corte dei Conti sul bilancio 2010 e sul rendiconto 2009 da parte dei revisori dei conti – Il controllo collaborativo della Corte dei Conti e gli adempimenti degli enti – Art.   1 commi 166 e seguenti della legge finanziaria per il 2006;
-    I  residui attivi e passivi nel conto del bilancio: Parametri di deficitarietà, indicatori, grado di
smaltimento, la gestione responsabile dei tempi di realizzo delle entrate e di impiego delle risorse.

2)    Evoluzione normativa, principi e inquadramento generale:

I pilastri normativi: lavoro pubblico, federalismo fiscale, federalismo demaniale, contabilità e finanza pubblica, carta delle autonomie

-    La legge 5 maggio 2009, n. 42 recante “Delega al Governo in materia di federalismo fiscale,
in attuazione dell’art. 119 della Costituzione”: riflessi sulla gestione degli enti locali;
-    Il  Decreto Legislativo sul federalismo demaniale;
-    Legge 31 dicembre 2009, n. 196 “Legge di contabilità e finanza pubblica”;
-    La legge 4 marzo 2009, n. 15, recante “Delega al Governo finalizzata all’ottimizzazione del
lavoro pubblico …omissis…”;
-    Il Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 recante “Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni;
-    Esame del disegno di legge recante “Disposizioni in materia di organi e funzioni degli enti
Locali, semplificazione e razionalizzazione dell’ordinamento e carta delle autonomie locali”- A.C. 3118;.

            Normativa sulla gestione e sui controlli

-    La legge 18 giugno 2009, n. 69 recante” Disposizioni per lo sviluppo economico, la
semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile”;
       -    La legge 23 luglio 2009, n. 99 – Legge sviluppo – recante “ Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia.        
-    Legge 20 novembre 2009, n. 166, conversione del D.L. 25 settembre 2009, n. 135 recante “Disposizioni per l’attuazione di obblighi comunitari …omissis…” (Servizi pubblici locali di rilevanza economica – Art. 23 bis – Legge 133/08);
-    D. Lgs. 20 dicembre 2009, n. 198 in attuazione dell’art. 4 della legge 4 marzo 2009, n. 15 – Class action;
-    La sentenza della Corte Costituzionale n. 340/2009 recante giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 58 del D.L. 112/08 – L. 133/2008;
-    Esame del disegno di legge recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” –
-    Il sistema dei controlli negli enti locali: proposte di modifica;
-    Esame del disegno di legge recante “Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti … e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro” Atto Senato 1167/B/bis.

3)   La gestione con particolare riguardo alla spesa di personale:

-    Il controllo della spesa di personale nell’ente locale alla luce della normativa approvata e in    
Itinere;
-    La produttività del lavoro pubblico e la valutazione del personale secondo i principi della
Legge 15/09 e del relativo decreto delegato. In particolare l’analisi della contrattazione integrativa.
-    Il questionario della Corte dei Conti di cui all’art. 1, commi 166 e ss. della Legge
Finanziaria 2006. esame ed analisi dei contenuti riferiti alla spesa di personale e per la contrattazione integrativa;
-    Il principio contabile n. 2 sulla gestione approvato dall’Osservatorio sulla Finanza e
Contabilità degli enti locali del Ministero dell’Interno;
 
4)   Esercitazioni pratiche sul patto di stabilità, sulla spesa di personale e sulla gestione.


 

Coloro che intendono iscriversi devono compilare l’apposito modulo allegato entro e non oltre venerdì 18 giugno e inviarlo via mail all’indirizzo di posta elettronica  formazione@unione.valdera.pi.it  oppure via fax al n. 0587/292771.

Avranno priorità le iscrizioni presentate dai Comuni aderenti alla convenzione “Formazione Associata” per il proprio personale dipendente e pervenute entro il 18 giugno .

QUOTA DI PARTECIPAZIONE E MODALITA' DI PAGAMENTO

Non sono tenuti al pagamento i Comuni per i loro dipendenti che hanno aderito alla convenzione per la gestione della formazione associata con l’Unione Valdera.
La quota di iscrizione è pari a € 100,00 + I.V.A. 20% (se dovuta). In caso di partecipazione da parte di Ente Pubblico, l'importo  è esente da IVA ai sensi della L. 633/1972.
Per le partecipazioni multiple, per ciascun ente,  la quota di iscrizione è di € 100,00  per il primo partecipante  e di   € 90,00 a partire dal 2° partecipante.
La quota di iscrizione è comprensiva del materiale didattico.
Si richiede di portare la ricevuta di pagamento il 13 settembre, in occasione dello svolgimento del seminario, e consegnarla al personale dell’Unione che sarà presente durante lo svolgimento dell’accoglienza dei partecipanti. Sarà poi cura dell’Unione Valdera emettere le relative fatture e spedirle per posta ad ogni Comune di appartenenza, dopo che gli stessi ci avranno fornito i loro dati comprensivi di indirizzo e partita IVA.

Il pagamento dovrà avvenire tramite versamento su:
conto di Tesoreria Comunale dell'Unione dei Comuni - Banca di Credito Cooperativo di Fornacette, sede centrale, Via Tosco Romagnola n. 101.
IBAN:  IT94  V085  6270  9100  0003  0014  013.

Sede

Auditorium c/o Museo Piaggio, Viale Piaggio n.7 a Pontedera (PI).

Materiale didattico




UNIONE VALDERA ~ Agenzia Formativa Accreditata Sistema Gestione Qualit� ~ UNI EN ISO 9001:2008 ~ Cert. n. 005435