News

Archivio news

Sei il visitatore n°

81256

Seminario: "Le manovre finanziarie dalla Legge 133/2008, al D.L. 138/2011, al D.L. 201/2011 – Salva Italia – al D.L. 1/2012 – Cresci Italia – al Decreto semplificazione"

Docenti


Dott. Francesco Delfino, Ministero dell'Economia e delle Finanze - Componente Commissione Tecnica paritetica sul federalismo fiscale. Esperto di finanza pubblica presso la Corte dei Conti e l'UPI (Unione Province d'Italia) - Già Direttore Generale della Provincia di Prato.

Date e orari

Il seminario si terrà il giorno venerdì 17 febbraio 2012 con il seguente orario:
 

-  la mattina dalle ore 9,00 alle ore 13,30
-  il pomeriggio dalle ore 14,30 alle ore 17,00

Dalle 8,30 alle 9,00 sarà attivo il servizio di accoglienza dei partecipanti (registrazione, consegna materiale, ecc.). Dopo le ore 9,00 non sarà più possibile registrarsi per permettere al personale dedito all’accoglienza di presenziare in aula e supportare il docente durante la lezione
 

Il programma

Misure di stabilizzazione della finanza pubblica e per la competitività – Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122:
- Impatto delle norme della manovra finanziaria di cui al D.L, 78/2010 – L. 122/2010 sulla programmazione di bilancio 2012 – 2014 degli enti locali;
- La manovra finanziaria e le  altre disposizioni sugli enti territoriali;
- La riduzione dei trasferimenti erariali e gli equilibri del bilancio 2012 e pluriennale 2012 – 2014;


Il patto di stabilità interno, la programmazione di bilancio e la tempestività dei pagamenti:
- Determinazione degli obiettivi programmatici per il triennio 2011 – 2013;
- Esclusioni dal saldo validi ai fini del rispetto del patto di stabilità;
- Riflessi delle regole del patto sulle previsioni di bilancio, annuale e pluriennale, 2011 – 2013;
- Misure  di contenimento del debito;
- Facoltà delle Regioni di rivedere il patto di stabilità per i propri enti locali – Patto regionalizzato;
- Meccanismo sanzionatorio per mancato rispetto del patto di stabilità interno;
- La tempestività dei pagamenti nella pubblica amministrazione locale – Direttiva Comunitaria 2000/35/CE; D. Lgs.  9 ottobre 2002, n. 231; Art. 9 L. 102/2009;
- La nuova Direttiva Comunitaria 2011/7/UE del 16 febbraio 2011 (G.U. UE 23 febbraio 2011) contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali;
- I provvedimenti organizzativi per garantire la tempestività dei pagamenti – Il ruolo della Corte dei Conti


Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria. L. 15 luglio 2011, n. 111 conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98:
- Trasparenza per le società a partecipazione pubblica;
- Razionalizzazione e monitoraggio della spesa delle amministrazioni pubbliche;
- Interventi per la razionalizzazione dei processi di approvvigionamento di beni e servizi della Pubblica Amministrazione  (art. 11);
- Acquisto, vendita, manutenzione e censimento di immobili pubblici (art. 12);
- Contenimento delle spese in materia di impiego pubblico (art 16);
- Piani triennali di razionalizzazione e riqualificazione della spesa, di riordino e ristrutturazione amministrativa, di semplificazione e digitalizzazione, di riduzione dei costi della politica e  di funzionamento;
- Utilizzo economie aggiuntive effettivamente realizzate rispetto a quelle  già previste dalla normativa vigente per la contrattazione integrativa (art.  19  del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150);
- Nuovo Patto di stabilità interno: parametri di virtuosità  (art 20);
- Patto di stabilità regionalizzato;
- Riparto della manovra secondo criteri di virtuosità per gli enti locali;
- Modifica delle modalità di calcolo dell’indicatore relativo alle spese di personale (indicatore 40%, comma 7 dell'articolo 76 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 2008, n. 133);
- Rafforzamento misure sanzionatorie del patto di stabilità;
- Dismissione delle società dei comuni minori;
- Il taglio dei trasferimenti erariali quale sanzione per violazione del  patto di stabilità;
- Disposizioni per lo sviluppo: disposizioni in materia di valorizzazione del patrimonio immobiliare;


Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo – D.L. 13 agosto 2011, n. 138 convertito dalla legge 14 settembre 2011, n. 148:
- Disposizioni per la riduzione della spesa pubblica e impatto sul bilancio degli enti locali per il 2012  e pluriennale 2012 – 2014;
- Anticipazione e aggravamento della manovra finanziaria per gli enti locali: effetti sulla programmazione di bilancio 2012 – 2014;
- Anticipazione al 2012 del maggiore concorso degli enti locali in termini di obiettivo del patto di stabilità interno;
- Anticipazione dell’applicazione dei parametri di virtuosità per gli enti locali;
- Cessazione della sospensione concernente la facoltà di modificare l’addizionale IRPEF per i Comuni;
- Disciplina dell’imposta provinciale di trascrizione;
- Libertà di iniziativa e attività economica: riflessi sull’ordinamento di Comuni e Province
- Altre norme della manovra finanziaria aggiuntiva che hanno riflessi sul bilancio degli enti locali;


La legge di stabilità 2012 e il nuovo patto di stabilità:
- Le norme della legge di stabilità 2012 e il nuovo patto di stabilità a seguito della manovra finanziaria 2011 – 2014;

Il D.L. 201/2011 – Legge 214/2011 cosidetta Manovra “Monti”- Decreto “Salva Italia” e impatto sulla programmazione e sui bilanci locali.

Il D.L. 1/2012 cosidetto “Cresci Italia”.

Il Decreto  “Semplifica Italia”.

Analisi complessiva degli effetti delle manovre finanziarie del governo dalla legge 133/2008 conversione del D.L. 112/2008, alla manovra aggiuntiva di cui al D.L. 98/2011 e alla Manovra Monti,  anche nell’ottica dell’attuazione del federalismo fiscale e della nuova contabilità degli enti locali
- Il giudizio della Corte dei Conti nelle audizioni parlamentari;
- I questionari sul bilancio preventivo e sul conto consuntivo della Corte dei Conti: linee principali di intervento e metodologie di compilazione;
- I decreti attuativi del federalismo fiscale: federalismo demaniale, fabbisogni standard, autonomia tributaria delle Regioni e degli enti locali, decreto su premi e sanzioni;
- L’armonizzazione dei sistemi contabili: prospettive di cambiamento degli schemi di bilancio e della contabilità degli enti locali  (art. 2, lettera h), legge 5 maggio 2009, n. 42) – D. Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 (G.U. 172 del 26 luglio 2011);
- Prospettive di cambiamento della contabilità degli enti locali: bilancio di competenza e bilancio di cassa, regole di finanza pubblica, la contabilità finanziaria e la contabilità economica, principi contabili con particolare riferimento al nuovo principio di competenza finanziaria.
- La legge 31 dicembre 2009, n. 196 recante “Legge di contabilità e finanza pubblica”: il ciclo della programmazione e gli aspetti rilevanti per la finanza locale. 
 

SEGRETERIA AMMINISTRATIVA
Coloro che intendono iscriversi devono compilare l’apposito modulo allegato entro e non oltre lunedì 13 febbraio e inviarlo via e-mail all’indirizzo di posta elettronica  formazione@unione.valdera.pi.it  oppure via fax al n. 0587/292771.

Il modulo di iscrizione è scaricabile anche dal sito www.formazionecomuni.it nella sezione Corsi futuri.

Note:
Avranno priorità le iscrizioni presentate dai Comuni aderenti alla convenzione “Formazione Associata” per il proprio personale dipendente e pervenute entro il 13 febbraio.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE E MODALITA' DI PAGAMENTO
La quota di iscrizione è pari a € 120,00 esente da IVA ai sensi della L. 633/1972.
Per le partecipazioni multiple, per ciascun ente,  la quota di iscrizione è di € 120,00  per il primo partecipante  e di   € 100,00 a partire dal 2° partecipante.
La quota di iscrizione è comprensiva del materiale didattico.

Per evitare i numerosi disguidi che si sono verificati rispetto a eventi formativi passati relativamente ai pagamenti da parte di alcuni enti, creando problemi e dispersione di tempo alla ragioneria del nostro ente, si richiede di far avere a questo ente il pagamento o la ricevuta di pagamento entro lunedì 13 febbraio.
Si precisa che nel momento dell’accoglienza il personale avrà cura di far partecipare al seminario tutti gli iscritti presenti sul registro didattico e in regola con la quota di iscrizione.
Sarà poi cura dell’Unione Valdera emettere le relative fatture e spedirle per posta ad ogni Comune di appartenenza, dopo che gli stessi ci avranno fornito i loro dati comprensivi di indirizzo e partita IVA compilando l’apposito modulo di iscrizione.
Il pagamento dovrà avvenire tramite versamento su: conto di Tesoreria Comunale dell'Unione dei Comuni - Banca di Credito Cooperativo di Fornacette, sede centrale, Via Tosco Romagnola n. 101.
IBAN:  IT94  V085  6270  9100  0003  0014  013.

SERVIZIO FORMAZIONE

Tel 0587-29956 oppure 0587-299567
Fax. 0587 292771
Mail : formazione@unione.valdera.pi.it  
sito web: www.formazionecomuni.it

 

Sede

Unione Valdera, ubicata in via Brigate Partigiane n. 4 a Pontedera (PI)

Materiale didattico




UNIONE VALDERA ~ Agenzia Formativa Accreditata Sistema Gestione Qualit� ~ UNI EN ISO 9001:2008 ~ Cert. n. 005435