News

Archivio news

Sei il visitatore n°

81255

Il documento informatico obbligatorio secondo le linee guida AGID

Docenti

Dott. Cesare Ciabatti
Esperto consulente e formatore per Enti Locali. Specializzato in amministrazione digitale e gestione archivi elettronici in ambito pubblico e privato.

Date e orari

 

DATA

ORARIO

Mercoledì 20 aprile

9.00-13.30

Lunedì 02 maggio

9.00-13.30

Gli obiettivi

Aggiornare le competenze professionali relative alle novità normative indicate nel programma.

Il programma

• La digitalizzazione in sintesi:
- Obblighi e opportunità per l’ente
- Aspetti organizzativi, operativi e normativi
- Criticità e costi 


• Formazione di documenti amministrativi informatici con valore giuridico probatorio:
- Il documento informatico secondo il CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale)
- I requisiti dei documenti informatici con valore giuridico probatorio: staticità, integrità, immodificabilità, leggibilità e autenticità
- Gli strumenti di firma del documento informatico previste dal CAD: firma elettronica, firma elettronica avanzata, qualificata e digitale
- Efficacia probatoria e forma scritta del documento amministrativo informatico
- La conformità all’originale delle copie di documenti nel passaggio dal documento digitale all’analogico e viceversa

• La trasmissione telematica con valore giuridico:
- L’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e comunicazione che soddisfano la forma scritta e garantiscono l’avvenuta consegna della trasmissione dei documenti secondo l’art. n. 45 del CAD
- Le procedure per la validità delle istanze e dichiarazioni presentate per via telematica previste dall’art. n. 65 del CAD e il nuovo art. n. 38 del DPR n. 445/2000
- Diritto all’uso delle tecnologie e obbligo dell’ente di utilizzo della Pec con i soggetti che hanno dichiarato il loro indirizzo (pubbliche amministrazioni, professionisti, società e dal 1 gennaio 2013 imprese individuali e cittadini)
- L’utilizzo della Pec nella presentazione delle domande di concorso

• La gestione informatica dei documenti:
- L’integrazione funzionale tra il protocollo informatico con i sistemi di comunicazione telematica (posta elettronica, canali web e sistemi di gestione automatica dei fax)
- La registrazione, classificazione e fascicolazione dei documenti amministrativi
- La formazione di un archivio unico in un sistema ibrido (cartaceo-digitale)
- La gestione dei flussi documentali elettronici e il re-engineering digitale
- La generazione automatica dei pacchetti informativi SIP (Submission Information Package)

• La conservazione digitale dei documenti:
- Obiettivi e problematiche di natura archivistica, organizzativa e tecnologica
- La messa in sicurezza dell’archivio corrente mediante politiche didisaster recovery e continuità operativa previste dall’art. n. 50-bis del CAD
- La conservazione dell’archivio digitale di deposito e storico secondo le nuove regole tecniche contenute nel DPCM 3 dicembre 2013 e le indicazioni proposte dalle Linee guida AGID (Agenzia per l’Italia Digitale)
- Descrizione dello standard ISO 14721/12 (OAIS Reference model for an Open Archival Information System) adottato dalle nuove regole tecniche
- La creazione del pacchetto di versamento e la definizione del set di metadati per tipologia documentale secondo le indicazioni dell’allegato 5 DPCM 3 dicembre 2013
- La conservazione delle fatture elettroniche e la creazione dell’archivio fiscale secondo le indicazioni del DM 17 giugno 2014
- Il versamento nel sistema di conservazione dei documenti e fascicoli elettronici
- La figura del responsabile della conservazione: compiti e responsabilità
- La scelta del fornitore del servizio di conservazione secondo le indicazioni dell’art. n. 44-bis del CAD
- Gli adempimenti presso la sovrintendenza archivistica competente in caso di affidamento dell’archivio presso il conservatore accreditato

Sede

 Il corso si terrà presso l’Unione Valdera, in via Brigate Partigiane n. 4 a Pontedera.




UNIONE VALDERA ~ Agenzia Formativa Accreditata Sistema Gestione Qualit� ~ UNI EN ISO 9001:2008 ~ Cert. n. 005435