News

Archivio news

Sei il visitatore n°

81283

La trasparenza amministrativa dopo le novità introdotte dal D.Lgs. n. 97/2016 e l’attuazione del nuovo Piano Anticorruzione 2016: ambiti di operatività, adempimenti, sanzioni e responsabilità

Docenti

 

Dott. Francesco Albo, magistrato della Corte dei Conti

Date e orari

 Il seminario,  della durata di 7 ore, si terrà Martedì 06 dicembre 2016.

 

     Orario:  dalle ore 9:00 alle ore 17:00 (pausa prevista per dalle ore 13.00 alle ore 14.00).

Gli obiettivi

 Aggiornare le competenze professionali relative alle novità normative indicate nel programma.

Il programma

·        La trasparenza come strumento basilare di contrasto ai fenomeni corruttivi;

·        I principi introdotti dal FOIA - freedom of information act, il rapporto con l’accesso civico e con il diritto di accesso di cui alla l. n. 241/90;

·        I recenti orientamenti giurisprudenziali e la tutela dei diritti dei cittadini;

·        Attuazione pratica, revisione dei processi, limiti nazionali e comunitari. La tutela del controinteressato;

·        Le problematiche attuative e la valutazione dei rischi annessi. Analisi del processo e del procedimento; 

·        I contenuti obbligatori dei siti web istituzionali in attuazione del D.lgs. n. 97/2016;

·        Le responsabilità connesse al mancato rispetto degli obblighi di accesso, comunicazione e trasparenza;

·        Coordinamento con il nuovo codice appalti (D.lgs. n. 50/2016) e con il nuovo Piano anticorruzione 2016;

·        Le novità introdotte dalla legge n. 69/2015;

 

Il nuovo PNA

·        Le novità in materia di anticorruzione introdotte dall’aggiornamento 2015 al PNA (determinazione ANAC n. 12/2015) e conseguenti obblighi di adeguamento dei contenuti dei PTPC dei Comuni;

·        Analisi del contesto esterno ed interno, il processo di gestione del rischio corruzione, le aree di rischio “generali” (ex aree “obbligatorie”, gestione entrate, spese e patrimonio, controlli e sanzioni, incarichi e nomine, affari legali e contenzioso) e le aree di rischio “specifiche”;

·        La valutazione e il trattamento del rischio;

·        La delibera ANAC 831/2016: l’aggiornamento e la riorganizzazione dei contenuti dei PTPC alla luce delle più recenti modifiche normative;

·        Cenni sulle peculiarità introdotte per i comuni di dimensioni inferiori e per le Città metropolitane;

·        Il ruolo dei soggetti interni: la centralità del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, i rapporti con la struttura amministrativa e con il RASA delle stazioni appaltanti;

·        Il coinvolgimento degli organi politici e il ruolo dell’OIV;

·        Il conflitto di interessi quale fattore di rischio: disciplina (nel PNA, nel PTPC, nel Codice di comportamento e nel decreto Madia);

·        La valutazione del rischio: analisi del contesto ambientale ed individuazione delle aree generali di rischio;

·        La rotazione ordinaria e straordinaria, il personale dirigenziale e non, le problematiche connesse – la percorribilità di opzioni alternative;

·        Esternalizzazione funzioni e servizi, razionalizzazione degli assets societari e rischi connessi;

·        La tutela del whistleblower in ambito internazionale e in Italia: le novità, anche in riferimento alla determinazione n. 6/2015, i rapporti con il RPC;

·        Gli obiettivi strategici in materia di anticorruzione e trasparenza- rapporti tra DUP e PTPC;

·         Le ex “aree obbligatorie”, in particolare la concessione di contributi e agevolazioni. I provvedimenti ampliativi (autorizzazioni e concessioni);

·        Le nuove aree di rischio specifiche: gestione del patrimonio, delle entrate e delle spese; vigilanza e controlli, in particolare, autocertificazioni e SCIA, procedimenti sanzionatori, incarichi e nomine, affari legali e contenzioso – peculiarità e profili problematici;

·        L’aggiornamento delle aree di rischio – adempimenti e valutazioni;

·        L’aggiornamento del PNA sull’area di rischio “contratti pubblici” – valutazioni e problematiche;

·        Area di rischio “governo del territorio” - attività urbanistica ed edilizia – valutazioni e problematiche;

·        Le sanzioni previste per il mancato od inesatto aggiornamento dei Piani. Le sanzioni disciplinari per i dipendenti pubblici nel caso di violazione delle prescrizioni del PTPC o del Codice di comportamento;

·        Il Regolamento ANAC sull’esercizio del potere sanzionatorio.

Sede

 

 Il corso si terrà presso l’ Unione Valdera, in via Brigate Partigiane n. 4 a Pontedera.




UNIONE VALDERA ~ Agenzia Formativa Accreditata Sistema Gestione Qualit� ~ UNI EN ISO 9001:2008 ~ Cert. n. 005435